A distanza di alcuni anni, il cantautore Valerio Liboni decide di riproporre uno dei suoi cavalli di battaglia: “Io sto bene con te”, una lettera immaginaria, un omaggio che ogni uomo dovrebbe dedicare alla donna che ama. Chi lo ascolta puo’ senza dubbio far proprie le parole romantiche ma anche descrittive di un sentimento tangibile nel quotidiano.
La consapvolezza di questo stato d’ animo colma persino l’ assenza di una partner: il testo recita infatti “Io sto bene con te anche quando non ci sei”.
La differenza di carattere, secondo il Liboni, è uno degi ingredienti fondamentali per il buon andamento della coppia che comunque ha un’ esigenza di rispetto e protezione vicendevole per poter spravvivere.
La voce unica del cantautore piemontese, sottolinea anche che le difficoltà che nel percorso di un amore si possono incontrare, sono facilmente superabili se affrontate insieme con consapevolezza.
Si canta senza dubbio un rapporto molto terreno ma che ha bisogno di sognare e di guardare lontano per potersi rigenerare di giono in giorno, andando incontro allo slalom della vita come se fosse piu’ una dolce danza che un’ eventuale sorgente di situazioni difficili.
Valerio Liboni, che ha al suo attivo una miriade di brani di successo sia da solista che con le sue band notissime al grande pubblico ( i “Nuovi Angeli”, “La strana società” ), ha collaborato con numerosissimi artisti tra i quali Fiorella Mannoia, Little Tony, Camaleonti, Wilma Goich, Mal, Pippo Franco ed altri.
Per la composizione della musica del singolo “Io sto bene con te”, si avvale di uno dei piu’ grandi compositori e produttori del secolo ossia Guido Guglielminetti, conosciutissimo per le sue collaborazioni con artisti del calibro di Lucio Battisti, Ivano Fossati, Umberto Tozzi, Mia Martini, Loredana Bertè, Anna Oxa, Francesco De Gregori ed altri.
In definitiva: professionisti di qualità per un brano di grande pregio.

Lascia un commento