Categorie
Attualità Calcio a 5 Sport

AS Roma Calcio a 5: inizia la nuova stagione

Dopo tanta attesa riparte la Serie A2 di Calcio a 5 con la As Roma che parte come la favorita assoluta del suo girone e non solo.

I giallorossi hanno lavorato sul perfezionamento della rosa svolgendo un’intensa preparazione in vista della nuova stagione.
La Serie A2 è stata suddivisa in 3 gironi, con la AS Roma Calcio a 5 collocata nel Girone B: Active Network, Italpol, Ciampino Anni Nuovi, Nordovest, Città di Sestu, Monastir Kosmoto, Leonardo, 360 gg Futsal, Olimpus Roma e SS Lazio.
Quattro squadre sarde e otto laziali in un intrigante girone che vedrà anche l’atesissimo derby capitolino tra AS Roma ed SS Lazio.
Calendario dalle mille insidie per i giallorossi che affronteranno subito L’Italpol in trasferta, squadra estremamente ostica che nella scorsa stagione, prima dell’interruzione, era in zona playoff.
Alla seconda giornata la super sfida con i favoriti del girone, As Roma che ospiterà infatti l’Olimpus Roma e dovrà subito dimostrare di aver fatto importanti passi avanti rispetto allo scorso anno.
Ai giallorossi giunge l’augurio della AS Roma Calcio a 8 nel nome del Presidente Michel Emi Maritato e della società AS Roma Calcio a 5 nei nomi del DS Gianluca Di Vittorio e dell’Amministratore delegato Galgani.
A due settimane dall’inizio l’attesa è altissima, La AS Roma calcio a 5 vuole farsi trovare pronta e non deluderà le attese.

Categorie
Attualità News

Radio Globo, Signora in diretta radiofonica: “Lavoro in una pubblica amministrazione, ci sono stati casi di contagio ma dobbiamo tacere tutti”

Questa mattina è andata in onda un’intervista che rattrista fortemente tutto il popolo italiano: una signora, intervenendo in radio, ha informato gli ascoltatori di un episodio gravissimo accaduto all’interno della sua struttura lavorativa (non nominata per motivi di privacy).

“Lavoro in una pubblica amministrazione dove ci sono stati casi di contagio di persone malate, ma il dirigente ha ordinato di continuare a lavorare perché la struttura non può permettersi di chiudere. Questi dipendenti viaggiano per lavoro e si sono ammalati, ne abbiamo diversi, ma dobbiamo tacere”.
Queste le parole enunciate in diretta su Radio Globo, poi supportate anche da una seconda dichiarazione dove un uomo ha anche rivelato il nome della pubblica amministrazione in questione.
“Non ho problemi a dire di che pubblica amministrazione si tratta, stiamo parlando di ufficio Interforce, Ministero dell’interno. Non possiamo parlare ma quello che sta succedendo è estremamente grave.”
L’Associazione Assotututela nel nome del presidente Michel Emi Maritato chiede chiarimenti al Ministero degli Interni.
“Troviamo estremamente gravi le parole rilasciate questa mattina su Radio Globo, pretendiamo che il Ministero degli Interni smentisca ufficialmente e rassicuri la cittadinanza.”

Categorie
Attualità

OMICIDIO VANNINI, ASSOTUTELA: “BENE SENTENZA, VICINI ALLA FAMIGLIA DI MARCO”

“Nel processo di appello bis per la morte di Vannini la Corte d’Assise d’Appello ha condannato a 14 anni Antonio Ciontoli per omicidio volontario con dolo eventuale e a nove anni e quattro mesi per concorso anomalo in omicidio volontario i figli e la moglie.

Si tratta di una sentenza importante che, seppur non potrà mai restituire la vita di Marco e cancellare una immane tragedia, dimostra che la giustizia esiste. In questo momento delicato, dunque, esprimiamo vicinanza alla famiglia Vannini”.
Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Categorie
Attualità

Arriva al Teatro L’Arciliuto lo spettacolo “SIAMO TUTTE FRIDA” di e con Rosanna Fedele.

Frida è una di noi. Siamo tutte Frida. Donne sofferenti, donne inquiete, donne tradite, donne traditrici, donne devote, donne indecise, donne artiste, donne con un fuoco dentro che non si sa come farlo uscire per non sentirsi bruciare dentro. 

Frida è stata. Frida è. Frida sarà.
Lo spettacolo, in scena dall’1 al 4 ottobre presso il Teatro L’Arciliuto in piazza di Montevecchio 5 a Roma, si propone di ridare voce alla celebre pittrice messicana Frida Khalo. Sul palco la bravissima Rosanna Fedele, interprete ed autrice appassionata ed autentica in questa perfomance imperdibile. L’attenzione è focalizzata sulla sofferenza della donna nei suoi ultimi momenti di vita: ultimi momenti nei quali Frida ripercorre le vicende più significative della propria esistenza. E’ un modo per dar voce a tutte le donne vittime di sofferenze fisiche, psicologiche e interiori, con uno sguardo attento verso l’artista e alla sua produzione solo come conseguenza e mezzo per esprimere il dolore di una vita. L’essenziale quanto simbolica scenografia di “Siamo tutte Frida”, a cura di Alessandro Baronio, riscopre il lato intimo dell’artista, al di là del suo essere, ai nostri giorni, icona di stile. I testi, che ripercorrono i patimenti di Frida Khalo, nello spettacolo sono liberamente tratti dal libro “Viva la vida!” scritto da Pino Cacucci. Nello spettacolo, la cui regia è affidata a Andrés Rafael Zabala, l’attrice si prodiga in performance pittoriche estemporanee guidate dal sentimento generato dalle parole di Frida, dal pathos che muove la mano di un’artista in relazione alle sensazioni che sta provando. Ma non solo: lo spettacolo propone una colonna sonora fatta di canzoni scritte e composte da Rosanna Fedele, suonate e cantate dal vivo. I brani, che come in un musical, danno voce a pensieri nascosti, sono arrangiati ed eseguiti dal vivo al pianoforte da Paolo Bernardi.
“Siamo tutte Frida” è un piccolo omaggio a Frida Khalo, alla sua storia. Per non dimenticarla, e conlei, non dimenticare tutte le donne che soffrono: con il corpo, e con il cuore; spesso, troppo spesso,fino a trovare, o a cercare nella morte, l’unico sollievo possibile.

Teatro L’Arciliuto
orari spettacolo giovedi 1 e venerdi 2 ore 21.30 
Sabato 3 e domenica 4 soppia ore 19.30 e 21.30
BIO Rosanna Fedele

Rosanna Fedele, una vita all’insegna dell’eclettismo. Disegnatrice, stilista, pittrice, cantante e attrice. Si dedica con successo al doppiaggio e alla recitazione. E’ protagonista di diversi cortometraggi e pubblicità e nel 2015 è protagonista del film “A Dark Rome” di A. R. Zabala che  ottiene riconoscimenti e premi a livello internazionale (MFF di New York, Marbella Internation Film Festival per citarne alcuni). L’amore per la musica e il canto restano una costante sin dall’infanzia. L’amore, in gioventù, per i film “musicali” si tramuta in passione per il jazz. Nel 201 si dedica alla realizzazione del suo primo album “What is it For?”, titolo del brano origina contenuto nel disco distribuito dalla Philology Records per la Revelation Series. Il desiderio di espressione personale si fa sempre più forte. “Sogni Diversi”, un album in uscita a dicembre 2015, in collaborazione con il Paolo Bernardi Quartet, è il risultato di questo percorso nel quale la cantautrice mette in musica i propri sentimenti, dove le sonorità jazz sono di sostegno alla complessità e alla bellezza della lingua italiana: un omaggio alle proprie radici, alla propria terra.

Bio Pianista Paolo Bernardi 
Nato a Roma, ha compiuto studi musicali classici, diplomandosi in pianoforte presso il conservatorio “Respighi” di Latina; successivamente, ha affrontato lo studio della musica jazz sotto la guida di validi maestri, quali Cinzia Gizzi, Riccardo Biseo, Rita Marcotulli e della composizione ​ con Luigi Verdi, Alfredo Santoloci e Javier Girotto. Si diploma in Musica Jazz e successivamente consegue la laurea di II livello in Jazz presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, sotto la guida del M. Paolo Damiani col massimo dei voti e la lode. Ha, all’attivo, numerose registrazioni pubblicate da DODICILUNE, PHILOLOGY, ISMA RECORDS,SINFONICA JAZZ–NUOVA CARISH,SIFARE,collana L’ESPRESSOREPUBBLICA con un progetto di Massimo Nunzi. Nel 2008 nasce il PAOLO BERNARDI QUARTET. Con tale formazione si esibisce in prestigiosi locali romani e in rassegne nazionali significative, ottenendo un consistente riscontro positivo di critica. Laureato, con lode, presso l’università “La Sapienza” di Roma in Lettere moderne con indirizzo musicale, è giornalista pubblicista freelance. Alessandro Baronio Alessandro Baronio, artista romano, umanista, animalista, sognatore, emozionato, viaggiatore di sogni deragliati”, Alessandro Baronio è stato scenografo teatrale e per Xfactor, ha lavorato per Elisa nel suo tour, per Marco Mengoni, Nina Zilli, Anna Oxa, Angela Finocchiaro solo per citarne alcuni. E’ designer, ceramista, fotografo, restauratore e si occupa, tra le altre cose, di laboratori didattici con materiali di recupero per ragazzi delle scuole. Attento alla forma, attento al valore artistico del progetto cerca di coniugare sempre qualità e sostenibilit

Bio regia Andrés Rafael Zabala 
Andrés Rafael Zabala, nato in Argentina e cresciuto fra l’Austria e l’Italia, è laureato in Cinema e Tv e diplomato operatore di ripresa. Nella sua carriera ha curato la regia di spot pubblicitari, video aziendali, documentari,e reality show per Canale 5, RAI 2, Studio Universal, Tele+ e Sky. In qualità di filmmaker, ha all’attivo nove cortometraggi che si sono aggiudicati importanti riconoscimenti. Il suo primo lungometraggio indipendente “A Dark Rome”, oltre ad essere stato selezionato in dieci festival nazionali e internazionali, ha vinto il premio “Best Thriller on 2015” al Macabre Faire Film Festival di New York. Andrés Rafael Zabala svolge da alcuni anni, parallelamente alla sua attività di regista, l’attività di docente di Regia e Cinematografia. Nel 2020 è uscito il suo libro “Registi disobbedienti – La cinematografia di ieri e di oggi oltre le regole”. (Edizioni Efesto – 2020). Dopo la “La prima notte” scritta e diretta da lui stesso, “Siamo tutte Frida” è la sua seconda regia teatrale.

Categorie
Attualità

Arturo Brachetti, “l’uomo dai mille volti”, ripercorre la sua straordinaria carriera in occasione della consegna del prestigioso riconoscimento “Le Cattedrali Letterarie Europee”, ricevuto tra gli altri da Ennio Morricone, Salvatore Accrado, David Lynch, Carlo Verdone, promosso da Eureka.

Quella sua magia indiscussa, capace di trasformarsi in volti e storie che si intrecciano in un unico fantastico sogno. Arturo Brachetti è un poeta contemporaneo dell’arte dell’illusionismo e il suo stile inconfondibile lo ha portato a calcare le più importanti platee internazionali tra giochi di luci e ombre. Una sfida dietro l’altra per il trasformista più veloce del mondo, entrato a pieno titolo nel Guiness dei primati nel 2002.

“E’ la realtà immaginata che ci rende più felici”, ama dichiarare spesso l’artista torinese che il prossimo 3 ottobre, presso il Teatro Basilica, in piazza di Porta San Giovanni 10 a Roma, sarà l’assoluto protagonista di una serata speciale promossa dall’Associazione Culturale Eureka, da anni impegnata nel sottolineare il valore delle autentiche eccellenze nell’ambito della cultura, della musica, dell’arte, dello spettacolo. 41 anni di carriera, milioni di spettatori, 400 costumi  e 188 centimetri di altezza “al ciuffo”, caratteristica che lo rende ancor più inimitabile. L’uomo dai mille volti, considerato The Legend of quick change, un vero mito vivente nel mondo della visual perfoming art, accolto da Marco Ghitarrari e Pierluigi Pietricola, presidente e vice presidente del Premio Internazionale “Le Cattedrali Letterarie Europee”, riceverà il prestigioso riconoscimento assegnato ad illustri personaggi, tra i quali Ennio Morricone, Carlo Verdone, Salvatore Accardo, David Lynch, ed istituito con lo scopo di porre in evidenza la cultura nella sua accezione più vasta per valorizzare quanti hanno contribuito a consolidare  una forte identità europea. Nel corso dell’evento, con ingresso ad inviti e nel pieno rispetto delle misure di sicurezza, sarà consegnato al prestidigitatore Adriano Scarafile, il Premio Excellentissimus che ogni anno riconosce il talento di una giovane promessa.Ingresso ad inviti nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalle normative.

Categorie
Attualità

OSPEDALE SAN CAMILLO: NESSUN RUOLO SU SEPOLTURA DEI FETI, RESPONSABILITA’ DI EVENTUALE VIOLAZIONE DI PRIVACY SONO DI AMA

In merito alla vicenda umanamente dolorosa che ha visto una giovane donna denunciare la violazione della privacy per la sepoltura di un feto presso il Cimitero del Flaminio, la Direzione generale della Azienda Ospedaliera puntualizza quale l’iter previsto dalla norma, premettendo su tutto che l’Ospedale San Camillo nessuna funzione ne responsabilità ricopre sulla modalità di sepoltura del feto.

“Per quanto riguarda le azioni di norma che vengono effettuati negli ospedali e nelle aziende sanitarie in casi di feti con età gestionale compresa tra le 20/28 settimane  –  specifica la Direzione Generale –  la norma prevede che questi siano identificati con il nome della madre solo ai fini della redazione dei permessi di trasporto e sepoltura ai sensi dell’articolo 7 del DPR 10909, 1991 n 285, che unitamente al certificato medico legale della Asl vengono consegnati ad Ama all’atto della presa in carico dei feti.
Le successive attività relative al trasporto, alla gestione e seppellimento del feto sono di completa ed esclusiva competenza di AMA. Azienda ospedaliera ed Asl di competenza in alcun modo concorrono ad alcuna scelta in merito alle attività di seppellimento.
“Rimando sul caso specifico – aggiunge il Direttore generale Fabrizio d’Alba –, sottolineo che se problema di violazione vi è stato, questo non è riferibile alle attività dell’azienda ospedaliera e della ASL. L’Ospedale attraverso i suoi operatori – come ha testimoniato la stessa signora – è stata accogliente e comprensivo nei confronti del suo travagliato dramma interiore. Il problema di violazione della privacy è avvenuto all’interno del Cimitero Flaminio, e allargando il campo ritengo che siano proprio i cimiteri i luoghi dove sarebbe utile lavorare per attualizzare una normativa vecchia di trenta anni, che necessita di una modernizzazione capace di accogliere sensibilità  diverse da quelle all’epoca non c’erano”.  “Infine – conclude il Direttore –  sottolineo il punto che mi è più caro, ovvero  la difesa del lavoro della mia azienda riconosciuta anche dalla signora. Rigetto con forza ogni tentativo di strumentalizzare in riferimento all’applicazione della legge 194 che in nessun modo è collegata a quanto denunciato. Nessun uso strumentale può essere tollerato sul ruolo che svolge l’ospedale San Camillo, unica struttura di riferimento per tantissime donne che vengono accolte e supportate con una politica che va oltre la mera applicazione della legge”.

Categorie
Attualità Roma Sport

Ilenia esce dal coma “svegliata” dal suo capitano

Per gli amanti del calcio Francesco Totti rappresenta una delle massime espressioni di questo sport, per i tifosi della Roma il “pupone” trascende il concetto di sport, quasi lo ingloba assumendo i contorni della leggenda.

Ilaria è una ragazza innamorata della Roma, pur essendo tessata per la SS Lazio, che la sera del 15 dicembre 2019 fu coinvolta in un bruttissimo incidente sulla Braccianese dove una ragazza morì e lei venne trasferita con urgenza al Gemelli.
I genitori durante il coma facevano risuonare dolcemente le note dell’inno giallorosso nelle orecchie di Ilenia, consci dell’amore smisurato della figlia verso la squadra capitolina.
Con l’aiuto dell’Associazione Argos Forze di Polizia, del Presidente della As Roma Calcio a 8 e di UIF 7 Michel Emi Maritato e dell’allenatore del Totti Sporting Club Carlo Cancellieri Ilenia ha avuto il suo regalo: un video messaggio di Francesco che ha subito scosso la testa ed il cuore della giovane romana che poco dopo si è svegliata uscendo dal coma.
Un gesto d’amore di Totti che valorizza sempre di più la sua bontà d’animo e conferma la splendida storia d’amore tra Totti ed il popolo romanista

Categorie
Attualità Calcio a 5 Calcio a 8 Sport

European Football Week:Roma Calcio a 5 e Special Olympics insieme per lo sport

Svolto al Circolo sportivo della As Roma a Frascati, l’European Football Week manda un forte messaggio di unificazione nel mondo dello sport.

Fondamentale per la riuscita dell’evento è stato l’interesse della Dott.ssa Alice Volpini che, da referente area salute di Special Olympics nonché coordinatrice sanitaria per As Roma Calcio a 5, ha messo in contatto le due società che hanno svolto l’evento.
La giornata si è conclusa con una  partita di calcio a 5 tra le due squadre unificate e divise in “rossi” e “bianchi”, dove a vincere sono stati i veri valori dello sport, quelli di uguaglianza, lealtà e rispetto.
“Si è spiegata  l’importanza dello sport unificato e la volontà di includere ogni persona all’interno delle attività sportive per creare un perfetto  connubio tra sport e salute.
La giornata rappresenta un grande impatto mediatico sullo sport che dovrebbe essere di tutti e per tutti, senza alcuna distinzione.”
Ha concluso la Dott.ssa Alice Volpini.
I ragazzi degli Special Olympics si sono confrontati con una struttura agonistica importante, in un’esperienza sicuramente indimenticabile.
Grande soddisfazione da parte del Direttore generale della As Roma Calcio a 5, Calcio a 8 e UIF 7, Gianluca Di Vittorio per l’evento che unisce lo sport alla salute “questi ragazzi sono la testimonianza che gli ostacoli sono solo negli occhi di chi li vede”.
Emozione e gioia anche per il Presidente della AS Roma Calcio a 8 e UIF 7 Michel Emi Maritato: “Siamo sulla strada giusta, giornata importante per lo sport”
La speranza è che questo evento possa aver trasmesso i giusti valori a tutti i partecipanti e che lo sport migliori sempre di più, perché sport e salute continuino ad andare di pari passo

Categorie
Attualità News

“Io non sono tutti”, la carica motivazionale di Stefano Di Francesco

Come avete passato i mesi di Lockdown a casa? Playstation e social network di ogni tipo hanno fatto compagnia a tutti noi, ma c’è chi ha sfruttato questo tempo di solitudine per stimolare la propria mente e mettere le basi per un futuro incerto e difficile. Stefano Di Francesco, studente classe 1996 di Economia Aziendale, ha raccolto le proprie idee scrivendo un libro motivazionale che ogni ragazzo under 30 dovrebbe gelosamente custodire nel proprio cassetto.