Categorie
Uncategorized

CONCORSO INTERNAZIONALE DEL CINEMA SOCIALE

Dal 25 al 29 novembre si terrà il Social Film Festival Artelesia 2020, concorso internazionale del cinema sociale, giunto alla sua XII edizione, diretto da Antonio Di Fede. L’iniziativa, nata a Benevento nel 2008 da un’idea di Francesco Tomasiello, organizzata dall’Associazione Culturale Libero Teatro, avverrà prevalentemente in forma digitale, nel rispetto della normativa anti-Covid. Si utilizzeranno i canali ufficiali del Festival (il sito, la pagina facebook e youtube) e la piattaforma MyMovies.In programma molteplici appuntamenti virtuali con attori, workshop con registi ed esperti di cinema, anteprime nazionali di film e la serata di premiazione della migliore opera cinematografica presentata da Pino Strabioli. Si segnalano tra gli eventi l’anteprima nazionale del film “L’ombra del lupo” diretto da Alberto Gelpi che annovera tra i suoi interpreti Mariagrazia Cucinotta e Christopher Lambert e l’omaggio ad Alberto Sordi a cento anni dalla sua nascita con l’intervista-spettacolo “Alberto Segreto” del giornalista Igor Righetti.

Il festival è vetrina per la promozione di film di interesse sociale e culturale appartenenti al circuito del cinema indipendente e non, luogo ideale per vivaci confronti tra produttori, autori e distributori, ma anche tra l’universo produttivo e il pubblico di riferimento. Per l’occasione sono stati indetti tre bandi di concorso in ambito cinematografico (sffa 2020, school & university, cinema comico) e nella prima giornata di festival si renderanno visibili per 24 ore i lavori finalisti. Venerdì 27 novembre alle ore 20.30 sarà trasmessa la serata di premiazione, presentata da Pino Strabioli. Ospiti speciali dell’evento saranno Vittoria BelvedereNancy Brilli, Giorgio Borghetti Giampiero Ingrassia, testimoni col proprio lavoro dell’efficacia del connubio tra cinema ed impegno sociale.

In collegamento video Christopher Lambert che presenterà il suo film e tutti gli attori in gara tra cui Francesca RettondiniMassimiliano Varrese, Gaia De Laurentiis, Eleonora Ivone, Federico Le Pera, Rosalia Porcaro e Biondo, valutati in precedenza da una giuria tecnica (costituita da esperti del settore e da professori universitari), una popolare di cinefili e una di giovani (formata dagli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e delle università).

Giovedì 26 novembre alle ore 17 verrà trasmesso il workshop “Alla ricerca dell’arte perduta”, a cura del regista Alessandro Zizzo, in cui i partecipanti sono registi, sceneggiatori, attori che rifletteranno su come reagisca il mondo del cinema al tempo del Covid. Alle ore 19 si terrà l’appuntamento “Quando i media incontrano il sociale” con l’intervista a Roberta Rei, volto noto de Le Iene, che racconterà dei suoi servizi a sfondo sociale, a cura della giornalista Melania Petriello.

Sabato 28 alle ore 15 è in programma l’intervista ad Alessandro Zizzo sul suo recente film “L’ultimo giorno del toro”, vi prenderanno parte anche gli attori del cast. Alle ore 18 sarà proiettato il film stesso. Segue alle ore 19.30 l’intervista con lo sceneggiatore Alessandro Riccardi per promuovere l’anteprima nazionale del film “L’ombra del lupo” che sarà proiettato poi alle ore 20.

Domenica 29 novembre alle ore 17 si terrà il workshop a cura di Alessandro Riccardi “Prospettive del cinema di genere nell’industria cinematografica internazionale”, interverranno i registi Alberto Gelpi, Giorgio Bruno e il produttore cinematografico Gianluca Varriale. La sera alle ore 20.30 in programma l’omaggio ad Alberto Sordi attraverso un’intervista-spettacolo con Igor Righetti (cugino di Sordi) dal titolo “Alberto segreto” (in anteprima per la Campania), per ricordare l’indimenticato attore romano.

Il festival si colloca tra gli eventi cinematografici più rilevanti del territorio sannita e della regione campana, ed ha una visibilità nazionale ed internazionale.

La rassegna è l’evoluzione di un’attenta ricerca sul Sannio, finalizzata a creare un felice connubio tra cinema e territorio, nell’intento di valorizzare tutte le espressioni artistiche (teatro, musica, fotografia, letteratura) e diffondere la tradizione culturale sannita nel mondo. Nel corso degli anni l’evento ha assunto anche una connotazione sociale di ampio respiro dovuta non solo al fatto che il suo ideatore sia un giovane diversamente abile, ma anche alle tematiche di impegno civile e sociale affrontate dalle opere (cortometraggi, film e sceneggiature) in concorso. La matrice sociale del Festival si è consolidata nel tempo offrendo sempre maggiori opportunità anche ad artisti con abilità diverse.

Il Social Film Festival Artelesia è organizzato dall’Associazione culturale no profit “Libero Teatro” e si avvale del contributo dell’Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania e del Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali Direzione Cinema, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dell’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni razziali, della Film Commission Regione Campania, del Centro di Ateneo Sinapsi dell’Università Federico II di Napoli, dell’Arcigay di Napoli, della Camera di Commercio di Benevento, dell’Università degli Studi del Sannio, dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dell’Università degli Studi di Salerno, dell’Università UCAM san Antonio de Murcia (Spagna), del Comune di Benevento.

il website dell’evento: www.socialfilmfestivalartelesia.it

Il Festival è visibile sulla piattaforma https://www.mymovies.it/

e sulla pagina FACEBOOK: socialfilmfestivalartelesia

Categorie
Uncategorized

Assistenza a domicilio: caos per fondi mal ripartiti

“In questo periodo di emergenza, in cui è sempre più presente la necessità di curare i pazienti affetti da Covid-19 in modo tempestivo, all’insorgere della malattia e presso il domicilio del paziente, si scoprono altarini non proprio edificanti in merito alla assegnazione delle risorse”.Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che si interroga: “vorremmo sapere in base a quale criterio sono state formulate le norme regionali che destinano le risorse per tale servizio di assistenza domiciliare (Adi), gestito dai distretti delle Asl e se corrisponde al vero il fatto che, le aziende più virtuose, che utilizzano personale interno siano in realtà le più penalizzate in termini di ripartizione dei fondi rispetto a quelle che si servono invece di cooperative esterne”. Risale al mese di marzo una prima assegnazione, per decreto, di oltre 96 mila euro a cui si aggiunge un altro 30 per cento arrivato in novembre, più un premio contrattuale per i dipendenti addetti a tale servizio. “Un servizio essenziale in questo momento – ribatte Maritato – in cui è assolutamente indispensabile tenere il più possibile i cittadini assistiti per Covid 19 in forma non grave lontani dagli ospedali. Purtroppo riceviamo continue sollecitazioni da più parti, in cui si segnalano casi di abbandono, di difficoltà a contattare i servizi sanitari e a ricevere in tempo il referto dei tamponi. Una cosa inconcepibile, soprattutto per le conseguenze che ne potrebbero derivare qualora un positivo che non sa di esserlo infrangesse, per disperazione da attesa prolungata, il regime di quarantena”. Un caso verificatosi in molte Asl, come riportato sulla stampa. “Purtroppo – chiosa il presidente – constatare che si avvantaggino, di fatto, cooperative esterne rispetto ai dipendenti Asl, ci riporta alla nota citazione di un astuto politico ‘a pensar male si fa peccato….’ Ma questa volta noi vorremmo non aver indovinato”.

Roma, 22 novembre 2020

Categorie
Uncategorized

Roma. Mariani-Rocca(FdI): Parco Lineare Ciclopedonale abbandonato. Investimenti per garantire decoro e sicurezza.

“In questi giorni in Municipio XIV tiene banco la questione del prolungamento del tratto di ciclabile che collega Monte Mario a Monte Ciocci. Colpisce che si parli di ampliare un’opera che nei fatti risulta essere stata abbandonata dall’amministrazione Cinquestelle.

Parlare di prolungamento di una pista lasciata in queste condizioni appare solo sterile propaganda. Servono investimenti che garantiscano decoro e sicurezza per le migliaia di persone che quotidianamente la percorrono. Per questo motivo Fratelli d’Italia sarà presente sabato 21 novembre in via dei Monfortani, dalle 10 alle 13, per promuovere la petizione di rilancio di un’opera di straordinaria importanza per il nostro territorio”. Lo dichiarano Alberto Mariani, capogruppo di Fratelli d’Italia in Municipio XIV, e Federico Rocca, Responsabile regionale del dipartimento sicurezza del partito.

Categorie
Uncategorized

La Nobile casata Maritato presenta il suo pinot nero 2019

E’ arrivato il nuovo prodotto della Collezione Oro della Nobile Casata Maritato”Pinot Nero”che ci ha letteralmente conquistati.

Un vino,che nasce dalla fusione della passione, della tradizione e del know-how che rappresentano, appunto, la Collezione Oro dell’etichetta. È un 2019 di eccezionale qualità, proveniente da antiche vigne selezionate collocate all’interno del comune di Cordignano. Si ottiene esclusivamente da grappoli “piccola pigna” raccolti nella seconda metà di settembre, una volta raggiunta la completa maturazione. Soltanto le migliori uve di compongono questo vino che è sinonimo di storia e tradizione. Ciascuna varietà, una volta raggiunto il punto di perfetta maturazione, intraprende separata una fermentazione con lieviti indigeni a temperatura controllata caratterizzata da una macerazione molto prolungata. Al naso si apre con un bouquet elegante di frutti rossi maturi come il ribes, arricchito da delicati sentori speziati di cannella e chiodi di garofalo. Al palato risulta ricco, sapido, armonico e persistente con ritorno, prepotente, dei toni balsamici.
Con una gradazione alcolica di 12.5% , questo vino è perfetto per accompagnare primi piatti con sughi saporiti e tutte le pietanze a base di carne rossa e funghi, è inoltre ideale in abbinamento a selvaggina e formaggi stagionati.   

Categorie
Uncategorized

Giuseppe Alviti leader Federazione nazionale Lavoratori subito il Ccnl per la vigilanza privata scaduto dal 2015 e’ una vergogna

Coronavirus: FNL Governo rinnovi contratto nazionale Vigilanza Privata

Categoria impegnata anche per Covid-19 ma dimenticata da anni

“Il Governo proceda immediatamente al rinnovo del contratto nazionale del settore Vigilanza privata e servizi fiduciari. Sono oltre 41 mila le guardie giurate che, ogni giorno, svolgono mansioni importanti nel settore pubblico e privato, con l’impiego anche in servizi a supporto delle Forze dell’ordine nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti, nei tribunali, negli ospedali e negli uffici pubblici. Anche nell’ambito dell’emergenza Covid-19, il contributo offerto da questa categoria, nell’assolvimento di numerose funzioni è molto prezioso.Allo stato attuale, però, la figura della Guardia giurata non risulta essere adeguatamente tutelata. Le stesse Associazioni di categoria lamentano che il rinnovo del contratto nazionale del settore vigilanza privata e servizi fiduciari – scaduto ormai dal 31/12/2015 – incontra numerose difficoltà nonostante ormai la palese necessità di aggiornare i salari e la tutela dei lavoratori. In particolare, vi è la necessità di evitare forme di concorrenza privata nei confronti delle aziende del settore che operano nel pieno rispetto delle norme”.

Lo dichiarano in una nota il leader storico della Associazione nazionale guardie particolari giurate e Presidente della Federazione nazionale Lavoratori Giuseppe Alviti e il Presidente d’ Interforze Campania il prof. Alfredo Buoninconti annunciando un’interrogazione al governo

Categorie
Uncategorized

Appuntamento del giorno

Categorie
Uncategorized

DEVA CONNECTION E UNIVERSAL PICTURES LANCIANO IL “MOVIE PODCAST”

Deva Connection, attraverso il suo network editoriale, e Universal Pictures protagonisti insieme di una nuova strategia che utilizza il podcast come media di promozione dei film.